Premio donne e sostenibilità - 7° Censimento Generale Agricoltura

Contest Istat Agricoltura

PREMIO DONNE E SOSTENIBILITÀ

Scopri le storie candidate al Premio, vota la tua preferita con un like e
condividila sui social.

La storia di Giorgia Bocca

Regione: Liguria

Tecniche agricole naturali, biodiversità e filiere locali

Progetto d’insediamento rurale e azienda agricola ecologica-sociale connessa con il territorio e la società civile. Progetto agricolo: recuperate le “fasce” coltivate, impiegate tecniche agricole naturali, aumentato la biodiversità e costruito filiere locali. Progetto abitativo: ristrutturata la casa rurale in modo ecologico, attivata la raccolta e il riciclo dell’acqua. Progetto sociale: sono state potenziate le reti locali con la comunità e frazioni vicine, incrementate le attività di accoglienza, eventi culturali e formazione. Progetto politico: innovazione nei cambiamenti sulle normative vigenti e sulle tecnologie ecologiche.

1915

Share

Immagini

La storia di Marialaura Castoro

Regione: Basilicata

Agricoltura biologica

La storia della masseria è fatta di scelte, di persone che hanno creduto e ancora credono nella giusta dimensione delle cose portando avanti una vera masseria, senza mai scendere a compromessi. Il ciclo chiuso quasi perfetto è l'obiettivo che portiamo avanti da anni e che ho voluto fortemente tramandare nel tempo. Il nostro biologico è autentico, semplice e si riflette in tutte le nostre scelte. Il valore aggiunto è la condivisione di tutto quello che facciamo con la collettività che ne vuole far parte. A guidarmi sono i miei ricordi da bambina e i progetti legati alla mia terra.

6719

Share

Immagini

La storia di Francesca Rita Cerami

Regione: Sicilia

Agricoltura, salute, sviluppo sostenibile

Ho raccontato la mia vita. Nata e cresciuta all'interno di un ecosistema agricolo che rappresenta i valori e la cultura dello stile di vita mediterraneo, mi specializzo in Psicologia Clinica e di Comunità e lavoro nel sociale per 10 anni. Nel 2010 la Dieta Mediterranea diventa patrimonio Unesco e con l'Idimed scopro le connessioni tra agricoltura, salute, sviluppo sostenibile. Da allora lavoro per promuovere economia circolare. Ho ideato tanti format, progetti, eventi per promuovere la cultura della stagionalità, delle filiere corte, del rispetto dei tempi, dei bisogni umani e dell’ambiente.

9149

Share

Immagini

La storia di Federica Giglio

Regione: Toscana

Apicoltura sostenibile

Collaboro con l’azienda Apepak per creare un involucro in cotone e cera d'api - certificato biologico - usato per avvolgere gli alimenti che si conservano più a lungo grazie all’azione antibatterica della cera. Lo scopo del progetto è quello di creare meno rifiuti ed essendo utilizzato nelle cucine, ogni famiglia potrà dare il proprio contributo. La produzione è gestita dai membri di una Cooperativa Sociale che impiega persone con condizioni di handicap psichiatrico. Siamo solo una piccola azienda ma le api mi hanno insegnato che quel che da soli risulta utopistico, insieme può essere realizzabile.

841

Share

Immagini

La storia di Elisa Leonori

Regione: Friuli Venezia Giulia

Pratiche agronomiche ispirate alla permacultura e all’agricoltura naturale

Progetto d’insediamento rurale e azienda agricola ecologica, sociale in rete con il territorio e la società civile. Progetto agricolo: recuperate le “fasce” coltivate, impiegate tecniche agricole naturali, aumentato la biodiversità e costruito filiere locali. Progetto abitativo ristrutturata la casa rurale in modo ecologico, attivata la raccolta e il riciclo dell’acqua. Progetto sociale: sono state potenziate le reti locali con la comunità e frazioni vicine, incrementate le attività di accoglienza, eventi culturali e formazione. Progetto politico come soggetto d’innovazione, perché cerca di creare cambiamenti sulle normative vigenti portando tecnologie ecologiche.

180

Share

Immagini

La storia di Emilia Martino

Regione: Molise

Agricoltura biologica, eco sostenibilità ambientale

Le dolci colline sulle quali nasce l’azienda Emilia Martino si estendono per 92 ettari e godono di un’aria salubre e pulita, presupposto fondamentale per la mission della titolare. Animata da una grande passione per la natura, Emilia possiede una solida etica che le consente di coltivare prodotti biologici nel pieno e consapevole rispetto dell’eco sostenibilità ambientale e nell’uso di prodotti biodegradabili; per la coltivazione biologica al 100% utilizza solo concimi organici e fertilizzanti fogliari e riduce la quantità delle colture al 50% per evitare di stressare il terreno.

146

Share

Immagini

La storia di Raffaella Mellano

Regione: Piemonte

Allevamento certificato per il benessere animale e coltivazione

Raffaella Mellano è direttore commerciale di Consorzio Natura e Alimenta, struttura che raggruppa agricoltori che si dedicano all’agricoltura biologica. Il Consorzio è composto da 25 aziende che si occupano di allevamento (certificato per il benessere animale), coltivazione e trasformazione. Raccoglie e commercializza latte crudo, carne, formaggi e cereali che vende sui mercati internazionali. Ottimizza i processi e l’impiego di tecnologia per il risparmio energetico, promuove le aziende attraverso la partecipazione alle fiere ed un sito di e-commerce. Organizza inoltre corsi di formazione.

293

Share

Immagini

La storia di Ilaria Nidini

Regione: Veneto

Qualità, sostenibilità ambientale e responsabilità sociale

Voglio trasformare me stessa, la mia famiglia, la nostra attività e il nostro modello di business per raggiungere l’obiettivo dell’UE di arrivare al 50% di superficie agricola biologica entro il 2030. Desidero piantare ogni anno almeno 5 alberi nei miei terreni per valorizzare la biodiversità e contribuire alla riduzione delle emissioni di gas. Voglio sostenere economicamente gli studi delle figlie dei miei collaboratori affinché arrivino alla laurea. Sto studiando un progetto per togliere le fascette di plastica a sostegno della vite per sostituirle con materiale ecologico. I tavoli su cui lavoro sono legni di recupero delle vecchie bricole veneziane. Sto sviluppando un experience educational sulla salubrità dell’olio di oliva nella dieta. Il mio pensiero è concentrato sulla sostenibilità in ogni aspetto del lavoro, perché è molto importante non solo in termini di business, ma di ispirazione e di creatività.

221

Share

Immagini

La storia di Ilaria Salvadori

Regione: Toscana

Filiere corte, allevamento di animali autoctoni

Ilaria Salvadori, 39 anni, nata a Cortona in Toscana. Laurea in tecnologie e biotecnologie degli alimenti, master in marketing. Imprenditrice agricola, titolare di Fattoria Bistecca azienda agricola, agrituristica e fattoria didattica. Promozione di filiere corte che lavorano prodotti tipici di qualità, allevano animali autoctoni o recuperano pratiche antiche.

296

Share

Immagini

La storia di Teresa Sifonetti

Regione: Calabria

La lavorazione del formaggio secondo tecniche tradizione e ecocompatibili

L'azienda nasce su una collina a 400 m sul livello del mare, interamente olivetata. Il progetto aziendale è portare avanti una realtà che caratterizza la lavorazione del formaggio di un tempo. Produciamo formaggio di pecora a latte crudo senza aggiunta di fermenti (e quindi di chimica). Nel piatto si ritrovano i profumi che incontrano al pascolo le nostre pecore, offrendo al cliente una varietà di sapori che solo il pascolo allo stato brado può restituire. Il tutto nel rispetto di tecniche ecocompatibili.

4297

Share

Immagini

La storia di Anna Sottile

Regione: Sicilia

Agricoltura biologica

Si mira alla tutela e valorizzazione della biodiversità locale attraverso la produzione di prodotti agricoli biologici di qualità e alla fornitura di servizi collaterali in grado di creare un rapporto diretto con il consumatore, di informarlo e renderlo consapevole delle proprie scelte alimentari. La tradizione, rappresentata dai genitori capofamiglia, si coniuga con l’innovazione giovanile apportata da 4 giovani sorelle che restano e lavorano attivamente in azienda e danno il loro contributo professionale, soprattutto nell’uso delle nuove soluzioni TIC e degli strumenti multimediali.

9573

Share

Immagini

La storia di Sara Vezza

Regione: Piemonte

Viticoltura nel rispetto della natura

Da 20 anni porto avanti il mio progetto, fare vino rispettando la natura e ciò che ci circonda. Sono in Langa e in Alta Langa, qui curo le mie vigne con passione e attenzione. L'Azienda è certificata biologica, non utilizziamo pesticidi o sostanze chimiche per il trattamento dei vigneti. In quest'ultimo anno mi sono avvicinata alla biodinamica per rafforzare ancora di più il mio legame con la terra. Quando guardo indietro intravedo la strada che ho percorso e so che la mia professione mi ha salvato in momenti critici, permettendomi di crescere umanamente e professionalmente.

737

Share

Immagini

La storia di Irmgard Windegger

Regione: Trentino Alto Adige

Agricoltura e viticoltura biologica e biodinamica

Piccola impresa agricola biologica e biodinamica certificata. Coltivazione di verdura, frutta, erbe officinali e vigna. Produzione di un vino rosso, un vino bianco, un vino alle erbe e succo d'uva: tutto biologico e vegano certificato. Soltanto vendita diretta nelle vicinanze senza mediazione di rappresentanti, con degustazioni in azienda abbinate a passeggiate naturalistiche gratuite. É in progetto la lavorazione di anfore realizzate in terracotta dove far maturare il vino e garantire maggior autenticità. Inoltre, l’azienda è parte attiva nella progettazione del sentiero naturalistico "Vorbichl" di Prissiano/Tesimo e a Proves (BZ).

730

Share

Immagini

La storia di Rosalba Zema

Regione: Calabria

Agricoltura e allevamenti nel segno della tradizione e innovazione

La nostra azienda ha due caratteristiche fondamentali: tradizione e innovazione! Tradizione, che tramandiamo con piatti, cultivar e tecniche peculiari del nostro territorio. “Green” mediante la produzione di energia elettrica, con pannelli fotovoltaici che garantiscono l’intero sostentamento energetico aziendale. Per ultima, ma non ultima, la formazione e la didattica che svolgiamo con supporti digitali per l’apprendimento (LIM).

164

Share

Immagini

La storia di Federica Zurli

Regione: Toscana

Coltivazione e trasformazione delle piante aromatiche

Piante Officinali San Marco nasce nel 2009 dall’impulso del tutto personale di una imprenditrice che, seppur provenendo da realtà ed esperienze lavorative completamente differenti - non strettamente connesse al mondo agricolo - decide di mettersi in gioco e di avviare in Toscana un’attività specializzata nella coltivazione e trasformazione delle piante aromatiche. Ci troviamo sull’antica via Lauretana, percorso di artisti e pellegrini, nel suggestivo paesaggio delle Crete Senesi, a pochi chilometri da Siena in una zona conosciuta sin dal Medioevo come "Deserto di Accona".

535

Share

Immagini

L’AGRICOLTURA CONTA SU DI TE,
FAI CONTARE L’AGRICOLTURA.

Logo Istat

Visita il sito Istat per consultare la normativa e scaricare la modulistica relativa
al 7° Censimento generale dell'Agricoltura

istat.it
Treedom

Con il progetto realizzato in collaborazione con Treedom, per ogni 10.000 questionari compilati è stato piantato un nuovo albero dando vita alla prima Foresta Social dell'Istat. Grazie per averci aiutato a farla crescere: le tue risposte sono stata linfa per l'ambiente.

Treedom Treedom
Treedom